fbpx

Basta con le solite diete fatte di rinunce e sacrifici che ti fanno riprendere il peso perso in pochi mesi

Dimentica il senso di colpa post abbuffate, la frustrazione da specchio, la collera da guardaroba e la vergogna dei chili di troppo.

Essere MAGRA e TONICA è più facile di quanto credi
se disintossichi bene ed elimini la fame emotiva.

Finalmente Magra e Felice in 70 giorni da adesso

Anche se pensi:

Che dopo i 40 anni si ingrassi e basta;
Di essere troppo impegnata tra lavoro, casa e famiglia per valorizzarti;

Di aver il metabolismo bloccato;
Che con te NON funziona più niente perché le hai provate tutte.

''Vinci la fame emotiva per essere finalmente felice e magra''

Mark Serra

Coach di respirazione e preparatore atletico

Dimentica tutto quello che sai sul dimagrimento 

Per ritrovare e soprattutto conservare la forma migliore necessaria a vivere al massimo delle tue potenzialità, non servono diete con conteggio calorico, massaggi dimagranti/drenanti, pillole o/e poltiglie varie, fasce brucia grasso, noiose sedute in palestra, attrezzi ginnici da televendita o sedute da psicologi. 

NO!!! Non serve fare tutte queste cose...

Il dimagrimento che cerchi è alla tua portata ed è molto facile da raggiungere se sei disposta solo a leggere e ascoltare.

Perciò avvicina (ancora di più) il tuo sguardo su questo schermo (per una migliore lettura abbassa l'illuminazione del tuo dispositivoe togli ogni possibile distrazione. Fatto

Bene! 

Dicevo, sono proprio questi i rimedi che avendo un'approccio superficiale molto probabilmente sinora ti hanno fatto perdere solo tempo e denaro. 

Quello che ti serve è sfidare la causa profonda del problema, ed estirpandone le radici, non solo otterrai un corpo brucia grassi ma sarai anche capace di conservare quella forma ideale, salute, concentrazione e felicità per cui sei nata. 

Lo dimostrano gli studi scientifici 

Sapevi che... 

secondo la Dott.ssa Traci Mann, coordinatrice dello studio dell'UCLA, (l'University of California, Los Angeles), che ha coinvolto ben 31 nazioni il risultato è sempre lo stesso: in oltre il 90% dei casi le persone che fanno rimedi perdita peso superficiali come la dieta dal dietologo riprendono il peso perso con 4/5kg in più entro 2 anni. 

Solo 2 persone su 100 riescono a conservare il nuovo stato di salute anche dopo 5 anni perché agiscono sulle:

5 cause che ci fanno mangiare anche senza fame

Pigrizia;
Golosità;
Emozione;
Ricompensa;
Principio o abitudine.

A proposito di queste 5 cause c'è una cosa che devi sapere subito, prima di andare avanti a leggere.

Se vuoi... già da oggi perdere i tuoi chili in eccesso, aumentare la tua bellezza, autostima e valorizzare le tue forme, la cosa che devi fare è una sola...

Smettila di darti la colpa

IN CHE SENSO? 

Nel senso che se ora sei in sovrappeso non è colpa tua. Se mangi troppo disordinata, in tutti i momenti della giornata, anche quando non vorresti... NON è colpa tua! 

Mi spiego meglio....

Tutti, nessuno escluso, viviamo situazioni difficili, siamo sopraffatti da stress, ansia o noia e subiamo situazioni che sono fuori dal nostro controllo. Alcuni rispondono a questi stati emotivi negativi tuffandosi nello sport, altri nella meditazione, nel lavoro, nel sociale o nella lettura oppure... nel CIBO!

Quello che ti voglio dire è che..

La responsabilità dei tuoi kg in eccesso risiede in abitudini e percorsi mentali che condizionano il tuo comportamento senza che te ne renda conto. 

Per riconoscere e neutralizzare in modo definitivo tali meccanismi dovresti realizzare quello che chiamo ''il gusto superiore''. Ossia ritrovare ciò che davvero ti nutre, appaga e rende felice, libera da quel senso di vuoto che ora probabilmente colmi col cibo.

Questo può avvenire solo acquisendo nuove conoscenze che ti permettono di iniziare a fare azioni diverse per ritrovare la vera te. 

Per questo devi agire subito! 

Se non lo fai... La tua felicità è a rischio.

Sappi che...

Se sei in sovrappeso non è colpa tua, ma se ci rimani si!

Il punto di partenza per DIMAGRIRE in modo efficace è trovarsi in uno stato d'animo propositivo. Per questo voglio iniziare il nostro percorso insieme eliminando i sensi di colpa inutili.

Martin Luther King

Il Tuo peso ideale, è solo nelle Tue mani!

Il Tuo peso è decisamente in tuo potere.

Questa lettera, il metodo, io, il cibo, l'esercizio fisico, l'acqua, gli amici, i famigliari, le idee, persino le convinzioni personali, sono tutti strumenti nelle tue mani!

E sai una cosa?

Il tuo dimagrimento non dipende, al contrario di quanto fanno credere, da fattori esterni bensì dalla tua capacità di saltare i 3 ostacoli dell'auto ingrassamento

1°- Ostacolo: la paura di quello che accadrà quando sarai magra.

Ostacolo Paura

Scopri di più...

Dice la dottoressa Marida De Vita: “Il coraggio nasce dall’osservazione di noi stessi nel momento in cui non ci sentiamo soddisfatti della nostra situazione. 

La domanda che dobbiamo farci è: Di cosa non sono soddisfatta? Cosa è successo di brutto nel momento in cui ho cominciato a ingrassare/rifugiarmi nel cibo? A cosa stavo reagendo in quel momento? Qual è la pretesa, l’aspettativa che avevo su di me o sulla mia vita e che non ho realizzato o è stata disattesa?”

Recuperare l’amore verso se stessi e guardarsi in  modo oggettivo, scoprendo il momento esatto in cui ci siamo rimproverati, è la prima cosa che dobbiamo fare. Il nostro rimprovero ha posto le basi della nostra insoddisfazione e del nostro rifugiarci nel cibo. E questo rifugiarci nel cibo è diventata la nostra ciclicità, la nostra abitudine: la nostra zona di comfort. 

Ci sentiamo a nostro agio mangiando. Viviamo in uno stato di auto-rimprovero e siamo così assuefatti ad esso che ora la felicità ci spaventa ancora di più del provare il dolore. “Mi soddisfo nel cibo e mi abituo a stare sola”. Ma se un giorno mi sgancio da questo e divento felice… se poi perdo questa felicità? Se qualcuno me la rubo? Se dipende da altro? 

Vediamo troppi “se” davanti alla parola felicità. E rimaniamo nel nostro status-quo. Ma così non diventeremo mai felici. La felicità richiede coraggio. E il coraggio è il primo passo per uscire dalla nostra zona di comfort.” 


2°- Disordine emotivo: come superare il secondo ostacolo dell'auto ingrassamento

Scopri di più...

Dice la dottoressa Marida De Vita: “Noi abbiamo osservato sicuramente dei periodi della nostra vita in cui eravamo felici, sereni, gratificati personalmente. E senza fare nessuna dieta, stavamo bene fisicamente. La pelle era luminosa, il corpo tonico e magro. 

Perché? Perché stavamo bene con noi stessi. Ci gratificavamo, ci amavamo. E questa è la base per mantenere una buona alimentazione e un buon metabolismo

Poi, però, sono subentrare esperienze in cui ci siamo sentiti traditi, rifiutati, rimproverati, umiliati o abbandonati. Avremmo dovuto andarcene, e invece per diversi motivi siamo rimasti lì. 

Abbiamo pensato: “Non posso perdere il lavoro, sopporto il rimprovero del capo”. Oppure. “Lo amo, non posso lasciarlo ora che sta così male”. Siamo rimasti lì. 

E il nostro corpo ci ha aiutato a rimanere lì: appesantendosi. Infatti da quel momento, noi ci siamo dimenticati di noi stessi. Abbiamo smesso di amarci. Abbiamo smesso di pensare alla nostra felicità. Ecco che siamo subentrati in un disordine emotivo che poi si è tradotto anche in disordine alimentare. 

Come risolvere questo problema? Intanto con la consapevolezza. Chiediamoci: “Cosa non mi ha soddisfatto in un preciso momento della mia vita per cui ho reagito rifugiandomi nel cibo?” 

Il passo successivo è recuperare il nostro equilibrio emotivo. E siccome corpo e mente lavorano insieme, se disintossichiamo il nostro corpo, disintossichiamo anche le nostre emozioni negative. Ecco che quindi l’aiuto di depurativi e detossinanti ci aiutano ad accelerare il processo. 

Poi occorre scoprire nuovamente l’amore per noi stessi, migliorando il nostro dialogo interiore tramite la meditazione, la riflessione, l’osservazione consapevole e anche il movimento fisico, che libera molti ormoni positivi. 

Ricorda: l’amore è l’attitudine del cuore di aprirsi. Non è rifugiarsi in un altro a cui deleghiamo la nostra felicità. Quella è paura della solitudine. Amore è espandere. Quando impariamo questo, riequilibriamo la nostra emotività.” 

Disordine Emotivo

3°- Zona di comfort: come superare il terzo ostacolo dell'auto ingrassamento

Zona di Comfort

Scopri di più...

Il dimagrimento è essenzialmente un processo di cambiamento e in quanto tale fa paura. Paura di rimanere soli, perché quando cambi, inevitabilmente costringi gli altri a far lo stesso. E molti, non volendo cambiare, si allontanano da te. 

Dice la dottoressa Marida De Vita: “La paura di rimanere soli. L’abbandono. La prima volta che l’abbiamo sentito è stato al momento della nascita, quando siamo usciti dalla pancia della mamma. È importante riconoscere la paura dell’abbandono, osservarla e capire come agisce nelle nostre vite. La paura dell’abbandono ci porta a tollerare cose che non vorremmo. 

Diciamo di sì a tutti, pur di non essere esclusi o isolati. E così scendiamo a compromessi che ci fanno sentire male. E per compensare questo, ci rifuggiamo in piaceri vani, come il cibo: ne assumiamo troppo, continuamente. 

Il segreto è osservare il tipo di relazione che abbiamo con gli altri e imparare a spostare il piano della relazione su elementi più costruttivi. 

Dobbiamo smettere di incassare colpi, di dire sempre e solo “sì”, di tollerare ogni cosa, di avere pazienza. Dobbiamo capire che la nostra prima responsabilità è il nostro benessere personale. Solo così possiamo imparare a dire “no”, in modo elegante, calmo. E vivere in modo equilibrato conoscendo i nostri personali confini. 

Fino a che punto possiamo dire “sì” e quando invece “no”? Quando aiutare/sopportare qualcuno e quando prenderne le giuste distanze? Dobbiamo osservare la paura di rimanere soli. La consapevolezza è la nuova chiave.”


Supera questi 3 ostacoli e smetti di essere un ''pozzo senza fine''!

Superare questi 3 ostacoli significa neutralizzare le 5 cause del mangiare senza vera fame  (pigrizia, golosità, emozione, ricompensa, principio o abitudine.)

Finché saranno loro a decidere per te, non puoi considerarti davvero felice, e rimarrai prigioniera del cosiddetto ''transfer'' nel cibo... ossia compensi l'infelicità con il cibo... e non ti basta mai (hai presente la frase ''Sei un pozzo senza fine''?).

Hai notato che spesso mangi eppure hai comunque fame?  

Oppure, pensi troppo al cibo? E quando qualcosa NON va ti scaraventi su frigo, dispensa e cassetti segreti?

Questo perché sei inondata d’emozioni negative che non riesci a gestire e allora cerchi qualcosa che colmi il tuo vuoto. Il cibo diventa lo strumento per colmare quel vuoto, quella lacuna emotiva. 

Eppure…

Non ci sono lacune, l'unica nostra lacuna è l'infelicità. Purtroppo, però, nella società attuale, esiste una perversa tendenza ad essere felici in modo programmato e condizionato: "Sono felice se...''

E quando la ''realtà'' non corrisponde a quel ''Se'' colmiamo le lacune in qualche altro modo...

Mai rimandare la felicità in attesa di essere ''più''!

È perfettamente il contrario, infatti :

''Non sono le condizioni che fanno sorgere la tua Felicità. È la tua Felicità che crea le condizioni''  [ Per favore rileggilo una seconda volta ]

Bisogna re-imparare a sognare, cosa ti costa? Costa niente! Anzi ti sta costando NON farlo perché ora sei costretta in 2 vicoli ciechi:

Subisci il fascino delle ultime tendenze di settore rischiando di perdere tempo e denaro con i vari trucchetti miracolosi, di volta in volta pubblicizzati;
Rimani in una bolla psichica di diffidenza che ti lega alla rassegnazione.

Per cui...

Vuoi davvero sprecare altro tempo e altri soldi a inseguire gli ultimi trucchi e scommettere su quello che ''potrebbe'' funzionare ?

Libera di farlo!

Il problema del peso in eccesso non lo risolve l'ultima tendenza di settore, il trucco miracoloso, o la dieta alternativa. Lo dice la scienza. 

Solo 5 su 100  conservano il peso ideale.

Come fanno a conservare il peso ideale?

Hanno un metodo! 

Si! Un metodo che, dopo aver dimostrato di funzionare, continua a guidarle senza lasciarle mai sole, valorizzandole, motivandole e coinvolgendole al punto tale da liberarle per sempre dalla sindrome dell'effetto Yo Yo e dal fallace fai da te. 

Proprio come è successo a queste persone:

Ecco Alcune Testimonianze

Mi sento più energica e sulla via giusta sia grazie all'assistenza di Marco (che non mi lascia mai sola) che alla praticità del metodo che si adatta ai miei turni di lavoro in ospedale sempre diversi.

Rossana David

55 anni (Milano)